Archivio

Posts Tagged ‘roller tapparella’

Identificare gli allarmi per sensore e non per zona

12/08/2012 2 commenti

Salve, ho fatto istallare un allarme casa volumetrico e su 3 tapparelle allarme roller ( non ricordo come si chiama)  quando scattava l’allarme roller mi indicava quale delle 3 tapparelle aveva suonato. Dopo circa 2 mesi ho fatto aggiungere ad altre 4 tapparelle l’allarme roller, solo che adesso per le tapparelle non ho + l’allarme individuale ma mi hanno inglobato le tapparelle in 2 settori lato giardino e lato casa, così ora quando scatta l’allarme nel settore giardino io non so più quale delle 4 tapparelle che è in quel lato abbia suonato Le mie domande sono queste : perché prima erano nominate per stanza ora invece mi hanno diviso in 2 settori? posso pretendere dall’ istallatore che mi venga rimesso le tapparelle per settore nominale e non soltanto 2 settori cumulativi?
Spero che mi possa rispondere ringraziandola anticipatamente
Lorella

Buongiorno Lorella

Se il suo sistema è via filo, credo che il problema sia legato alla mancata predisposizione per il passaggio dei cavi.  Se non esiste nel suo impianto un tubo per collegare direttamente i nuovi roller alla centrale, l’installatore ha dovuto per forza collegare ‘in serie’ i vecchi roller con i nuovi.

Questa operazione permette di evitare il cablaggio (che forse nel suo caso implicava anche lavori lunghi e costosi), ma purtroppo implica perdere l’informazione specifica su quale sensore è andato in allarme. La centrale infatti riceve solo più un messaggio che la linea (o il settore, come la ha identificata il suo installatore) ha rilevato un’intrusione, ma è impossibilitata a sapere quale sensore su quella linea è andato in allarme.

Può comunque chiedere al suo installatore di verificare se è presente una tubazione che lui possa sfruttare per il collegamento diretto o quale sarebbe una eventuale soluzione alternativa per collegare i nuovi roller in modo da avere segnalazioni separate.

 

Annunci

Falso allarme sensori roller tapparelle

17/06/2012 4 commenti

Buongiorno,
ho fatto installare un antifurto per la mia abitazione ed ho dei problemi di falso allarme rilevato dai sensori tipo roller delle tapparelle.
Io ho una situazione in cui tutte le tapparelle, compreso il cassonetto, sono esterni all’abitazione, fatte in alluminio e motorizzate. Ovviamente i sensori sono collocati all’interno dei cassonetti con il classico filo fissato sulla tapparella, per la rilevazione dei movimenti di quest’ultima.
Tutti i falsi allarmi mi sono stati generati da questi sensori, su diverse tapparelle dell’abitazione non sempre le stesse, non alle stesse ore del giorno, sia con tapparelle completamente sia parzialmente abbassate.

L’unica cosa che abbiamo notato è che le tapparelle che danno il falso allarme sono quelle in corrispondenza di un maggiore irraggiamento solare durante le ore del giorno (mai accaduto la sera). Il problema inoltre si è acuito con l’arrivo della bella stagione. Per esempio, mi è successo una mattina che il falso allarme fosse generato dalle tapparelle esposte ad est (irraggiamento diretto), mentre un pomeriggio mi è successo con quelle a ovest.
Abbiamo ipotizzato che potesse essere un problema di dilatazione e quindi abbiamo allungato i tempi d’intervento dei roller, ma nulla di fatto. Il sospetto a questo punto è sul dispositivi roller collocati nei cassonetti. In essi infatti, con irraggiamento solare diretto, essendo completamente di alluminio, possono generarsi temperature molto elevate. Quindi mi domando e vi domando se la causa possa essere questa, cioè un falso contatto del roller a seguito di surriscaldamento.
Non so proprio più cosa pensare, chiedo a voi qualche consiglio, non posso pensare di attivare l’antifurto solo nei sei mesi più freddi dell’anno!

Grazie mille
Saluti a tutti
Roberto

Buongiorno Roberto

Sì, purtroppo i furti avvengono anche (anzi, soprattutto!) d’estate e quindi utilizzare il suo antifurto solo d’inverno non è una soluzione…

Credo comunque che sia molto probabile che l’alta temperatura nel cassonetto possa essere il problema. Non potendo installare le schede in altro luogo mi risulta abbastanza difficile trovare una via d’uscita, se non provare a cambiare modello e vedere se in qualche modo la situazione si risolve.
Potrebbe essere un problema sull’elettronica che forse in altri prodotti (intendo, di altra marca) non si presenta.

In via del tutto sperimentale, prima della sostituzione, può comunque provare ad isolare il prodotto con delle graffette in plastica o un qualunque altro supporto o distanziale che le stacchi dalla superficie del cassonetto, favorendo intorno al roller la circolazione dell’aria. Immagino che a livello di temperatura non cambi molto, ma potrebbe essere sufficiente ad evitare una dilatazione che avviene per contatto e che, casualmente, potrebbe creare un corto circuito nella rilevazione. E’ un tentativo disperato, lo so, ma provare non costa nulla…

Ci faccia sapere !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: