Archivio

Posts Tagged ‘protezione terrazzo’

Protezione balcone scavalcabile

12/03/2013 1 commento

perimetraleBuonasera,
Vorrei chiederLe una consulenza in merito alla mia particolare esigenza di protezione. Il mio appartamento e situato al 3° piano di un fabbricato di tre piani. e tutte le stanze sporgono su due balconi ai due lati della casa. In pratica non esistono finestre o balconate che sporgono sul vuoto. Proteggend questi due balconi e la porta di ingresso è impossibile entrare. Tuttavia non essendo un esperto di impianti d’allarme mi propongono di tutto. Io vorrei un impianto anche con fili che protegga i balconi (quindi con sensori di movimento sugli stessi) E non so che tipo di tecnologia richiedere per ottenere massima sicurezza e affidabilità. considerando che sui balconi batte il sole durante il giorno. I balconi sono lunghi dieci metri circa per 1,5. E confinano con quelli del vicino dal quale sono separati da un tramezzo facilmente scavalcabile.
Che tipo di teconologia mi consiglia.
LA ringrazio per l’aiuto.
– Angelo

Buongiorno Angelo

Vista la conformazione dei balconi, credo che le barriere siano la soluzione che rappresenta il miglior rapporto qualità prezzo. L’area da proteggere è stretta e lunga ed una buona coppia di barriere installate a filo muro dovrebbero proteggere più che adeguatamente gli ingressi e le finestre.

Sarebbe comunque da tenere in considerazione anche un’eventuale protezione con dei sensori doppia/tripla tecnologia da esterno con lente a tenda se, per ragioni installative, le barriere non dovessero essere adeguate (ma questo lo può solo giustificare l’installatore in fase di sopralluogo).

In ogni caso, metterei dei sensori di apertura e roller (a filo) sulle tapparelle o, in alternativa, dei sensori a tenda sui varchi vista la facilità di accesso dal tramezzo confinante.

 

Protezione antifurto senza predisposizione

antifurto perimetrale casaSpett.le sig. Mauro,
innanzitutto la ringrazio per il suo blog molto utile a chi come me è praticamente ignorante in materia. Dopo aver subito recentemente un furto in appartamento mi vedo costretto ad istallare un impianto antifurto che possa coprire possibilmente l’appartamento ed il box auto interrato. L’appartamento in questione è situato al primo piano ed ha oltre alla porta d’ingresso un grande balcone scorrevole e quattro finestre mentre per quanto riguarda le camere è composto da un salone-cucina di circa 25 mq, due camere da letto ed un bagno. Il box auto di circa 20mq è interrato con serranda d’alluminio basculante. Avendo di recente ristrutturato casa senza però purtroppo prevedere la predisposizione per l’impianto d’antifurto sarebbe ancora più costoso dover fare dei lavori di muratura per l’imnpianto percui le sarei grato se potesse consigliarmi un’alternativa senza fili efficiente in termini di autonomia e ovviamente di sicurezza. Inoltre vorrei istallare anche una telecamera sul balcone che guardi sul giardino sottostante ed una in casa che possano essere consultate tramite registrazione o anche tramite smartphone. Ovviamente il tutto ottimizzando il materiale da utilizzare ed anche i costi. Le sarei davvero grato se potesse essermi d’aiuto visto che subire un furto in casa e rientrare trovando tutto sotto sopra sapendo che qualcuno a frugato nelle tue cose non è davvero una bella esperienza.  
Attendo una sua risposta,grazie.

Buongiorno,

vista la configurazione che ha descritto, direi che un primo passo dovrebbe essere la protezione delle finestre e della porta sul balcone con dei sensori a tenda (da applicare nella parte superiore dell’infisso), con una centrale senza fili. Questa soluzione le permette di avere una protezione anche quando è in casa – importante soprattutto la notte, vista la collocazione al primo piano facilmente accessibile.
Inoltre, con una minima spesa, può aggiungere un paio di sensori volumetrici all’interno, così da avere una copertura completa anche quando non è in casa.

Per il garage, che credo sia distaccato, forse la soluzione più pratica ed economica è una piccola centrale compatta mono-zona con sirena e chiave a bordo, collegata con un semplice contatto magnetico alla basculante.

Per la telecamera, se registra, l’unica attenzione è che non inquadri suolo pubblico o comunque di passaggio (per la privacy) ma esclusivamente la sua proprietà privata. Qui le soluzioni tecniche sono molte – sia su internet che da un rivenditore specializzato può trovare quello che fa per lei. Si ricordi solo l’importanza della luce: la telecamera deve essere di tipo day/night o, al limite, con un illuminatore infrarosso, per avere sufficiente luce nelle situazioni notturne.

 

Protezione del terrazzo ultimo piano

01/11/2012 2 commenti

Salve,
ieri pomeriggio ho subito un tentato furto. Grazie alla presenza di mio figlio, che si è accorto di rumori provenienti dalla porta, non sono riusciti ad entrare, pur danneggiandomi la porta. A seguito dell’episodio, ho deciso di installare un antifurto, ma non so come orientarmi. La mia casa è all’ultimo piano di una palazzina a Roma: la superficie è di 120 mq, ha un grande terrazzo di circa 25 mq con veranda e due balconi Vorrei un antifurto sicuro, che mi permettesse di intercettare i ladri prima che entrino e che abbia dei requisiti di sicurezza comprovati e di ultima generazione. Non vorrei altresì un antifurto sofisticato o superdimensionato rispetto alle caratteristiche della casa. In conclusione privilegerei l’entrata dell’appartamento e il terrazzo, senza dover spendere una fortuna. La ringrazio per l’attenzione.
– Liana

Buongiorno Liana

Per una buona protezione perimetrale le consiglio di chiedere qualche preventivo ad installatori specializzati per dei sensori a tenda da installare sulle porte/finestre o delle barrierine a stilo infrarosso. Non servono sistemi complessi o particolarmente costosi per fare ciò che chiede, probabilmente basta una centrale via radio con qualche periferica (sensori o barrierine, appunto.)

I sensori con lente a tenda sono pratici e veloci da installare e proteggono bene il varco, mentre le barrierine, sottili a stilo, possono essere installate anche all’esterno dell’infisso e quindi, sebbene un po’ più care, proteggono anche l’infisso e prevengono il tentativo di intrusione già all’esterno. Entrambe le tecnologie comunque sono particolarmente affidabili ed immuni ai falsi allarmi.

L’efficacia dell’antifurto soprattutto sul perimetro dipende molto dalle condizioni di installazione e quindi, più che di un prodotto specifico, si ha bisogno di una buona installazione che protegga in modo adeguato l’interno e non causi allarmi indesiderati.

Nel preventivo chieda anche l’installazione di una sirena da interno in modo che la segnalazione sia discreta ma sufficiente per essere avvertita anche all’esterno e mettere eventuali malintenzionati in fuga (come fortunatamente già successo!)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: