Archivio

Posts Tagged ‘combinatore gsm’

Collegare combinatore antifurto con VOIP

connessione combinatore telefonicoHo una villetta dotata di antifurto (perimetrali+ Volumetrici).
Avendo subito un furto perché il sistema di allarme non era inserito, vorrei collegarlo ora con un combinatore collegato alle forze dell’ordine.
La linea attuale è Telecom adsl + voce di pessima qualità max download 1,3 Mb up 0,180 Mb. molto disturbata.
Sto cambiando contratto e mettendo una linea con Eolo per internet e Voip.
Volevo sapere se posso collegare il combinatore telefonico al Voip, perché quello dell’antifurto mi ha detto che non è fattibile.
Vi ringrazio
Alessandro

Buongiorno Alessandro

Se la linea VOIP ha un’emulazione voce che permette di collegare un normale telefono, allora é possibile: basta programmare il combinatore in blind dial (quindi comporre il numero SENZA controllo del tono di linea). Nel caso di Eolo non saprei, non avendo esperienza diretta con questo fornitore di connettivitá – ma potrebbe chiedere all’installatore di fare una semplice prova. In genere peró se giá le dicono che non puó collegare telefoni ‘normali’ PSTN, che sarebbero collegati ad un’interfaccia dedicata, é improbabile che si riesca.

In alternativa, puó sempre collegare un combinatore GSM con una semplice SIM ricaricaribile da pochi euro: il combinatore costa qualcosa in piú ma il problema della linea sarebbe risolto.

Annunci

Come collegare combinatore GSM a centrale di allarme

09/03/2013 6 commenti

combinatore-telefonicoSalve,
volevo chiederle, è fattibile collegare un combinatore GSM a una centrale inteligent Beghelli con conbinatore telefonico tradizionale PSTN ?
Se sì, un combinatore GSM più adatto di un altro ?

Grazie.
Saluti Germano.

Buongiorno Germano

Qualunque centrale che disponga di una uscita di allarme può essere collegata ad un qualunque combinatore GSM esterno ed indipendente.

La programmazione dei numeri da chiamare avviene direttamente sul combinatore ed il collegamento è di tipo elettrico (un segnale in uscita dalla centrale che viene collegato all’ingresso di allarme del combinatore). Deve solo verificare la compatibilità elettrica del segnale, quindi se è, ad esempio, un positivo normalmente chiuso (NC+) che viene a mancare in caso di allarme – o altro. I segnali devono ovviamente essere lo stesso in uscita dalla centrale ed in ingresso nel combinatore GSM. Se di serie i segnali dovessero presentarsi di due tipi diversi, basterà convertirli con un semplice relè.

Se la centrale non dovesse disporre di un’uscita ausiliaria dedicata, può al limite utilizzare anche il collegamento della sirena (in fondo anche quella è una semplice uscita di allarme).

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: