Archive

Posts Tagged ‘centrale’

Espansione filare per centrale antifurto

11/03/2013 1 commento

espansione antifurtoSalve Mauro,

come prima cosa complimenti per il suo blog.

La mia domanda riguarda i “moduli di espansione” in un impianto filare. Ho una casa su tre piani e il mio installatore mi ha consigliato di mettere un modulo di espansione al piano terra ed un modulo di espansione al primo piano, mentre la centrale è in mansarda.

A questo modulo di espansione può essere collegato direttamente via filo anche la sirena (interna e\o esterna), la tastiera e qualsiasi altro dispositivo che compone l’antifurto (es. un eventuale badge come inseritore d’allarme) ? Oppure questi che ho appena elencato è meglio collegarli direttamente alla centrale ed il modulo di espansione serve solo per i sensori (volumetrici e barriere) ? Lei cosa mi consiglierebbe ?

Grazie
Francesco

Buongiorno Francesco

Sicuramente installare dei moduli di espansione (anche detti concentratori) è un’ottima idea, soprattutto in previsione di futuri ampliamenti, modifiche ed espansioni di impianto. Inoltre dovrebbe anche facilitare l’installazione (e quindi ridurre tempi e costi del cablaggio), aumentando la flessibilità dell’impianto.

Non saprei se nel suo caso specifico è possibile collegare tutte le periferiche o solo i sensori – dipende dal modello della centrale, ma, se lo fosse, non c’è differenza se collegati al concentratore o in centrale.

 

Scollegare completamente una centrale

09/03/2013 1 commento

fusibileBuongiorno
il precedente proprietario di casa ha installato un antifurto Kentron K8000, premettendo che NON ne capisco niente, vorrei capire come si disattiva completamente…..vorrei semplicemente spegnerlo. Non ho il manuale ma solo la scheda tecnica che mostra i circuiti e non riesco a trovare il sito della ditta, un numero di telefono….niente di niente. Chiedo scusa se la domanda non fosse inerente alle tematiche del forum ma non so a chi chiedere.
Grazie
– Marco

Buongiorno Marco

Per quanto riguarda la centrale, deve scollegare la batteria e l’alimentazione di rete — attenzione, questa operazione sarebbe meglio farla fare da un elettricista perché li c’è corrente!
In ogni caso se apre la centrale, stacchi corrente dall’interruttore generale – poi può togliere il fusibile di alimentazione (se estraibile) o fisicamente scollegare i cavi. Attenzione! (di nuovo, ma è pericoloso), deve isolare i cavi prima di riarmare l’interruttore generale, ad esempio con dei morsetti isolati (quelli in genere di plastica trasparenti, per capirci).

Se ha una sirena auto-alimentata, dovrà anche estrarre la batteria dalla sirena (la sirena suonerà, ma è normale).

 

Fusibile bruciato in centrale

03/11/2012 5 commenti

Salve Mauro,
vista la sua esperienza nel settore vorrei porre alla sua attenzione un problema che sto riscontrando nel mio antifurto di casa.
Premesso che io sono un perito industriale elettrotecnico, non che ingegnere, spesso installo impianti antifurto, ma ad oggi non avevo mai riscontrato questo problema e l’ho riscontrato proprio a casa mia.
Dunque, a tre anni dall’installazione della centrale, ho ricevuto il  messaggio di “batteria scarica”. Quindi compro una nuova batteria, apro la centrale, disattivo il tamper, stacco la vecchia batteria, controllo che l’alimentazione ai morsetti sia quella corretta (l’ho fatto per verificare che la batteria si fosse scaricata perché era finita la sua vita e non perchè arrivava una tensione insufficiente ai morsetti. Ma la tensione ai morsetti è di 13,75V mentre la tensione della batteria è di 12,60V. Quindi tutto regolare, l’impianto può ricaricare la batteria) e infine sostituisco la batteria nuova. Il problema è sorto una volta chiusa la centrale, perchè mi indicava che il fusibile dei carichi era bruciato. Io ho immediatamente riaperto la centrale e sostituito il fusibile con uno nuovo. Ma dopo circa 30 minuti anche questo era bruciato. Ho controllato la tensione ai capi dei morsetti del fusibile (potevo farlo perchè il fusibile non c’era), ed era regolare. La domanda è la seguente: Secondo la sua esperienza si è rotto qualcosa in centrale o c’è un problema in qualche sensore?

grazie per l’attenzione, distinti saluti.

Paolo

Buongiorno Paolo

a pelle, direi che è un problema sulla scheda della centrale, ma le variabili in gioco sono veramente molte, quindi onestamente mi sembra difficile fare delle altre ipotesi senza elementi concreti e senza sapere esattamente che cosa protegge quel fusibile.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: