Archivio

Archive for the ‘Guida alla Sicurezza’ Category

Apple annuncia ufficialmente il suo ingresso nella Security

02/06/2014 1 commento

Apple entra nella SecurityNel discorso introduttivo che ha aperto i lavori del WWDC14, il CEO di Apple Tim Cook, ha annunciato l’ingresso del colosso informatico di Cupertino nel mondo della sicurezza e della home automation. Nella presentazione trasmessa in diretta streaming, è stata infatti annunciata una nuova applicazione che unificherà i protocolli dei maggiori produttori di building automation e risparmio energetico e che permetterà agli utenti di comandare luci ed automazioni della propria casa direttamente dal loro iPhone o iPad.

Ovviamente è presto per parlare nel dettaglio di come questa funzione verrà implementata, ma da quello che si è potuto capire, la nuova versione di iOS8, il nuovo sistema operativo mobile per iPhone e iPad disponibile da quest’autunno, integrerà le app già presenti sul mercato e create dai singoli produttori, in un unico ambiente nel quale sarà anche possibile raggruppare funzioni proprie di apparecchi diversi: per esempio, configurando zone / azioni comuni raggruppate alla stregua di una macro per eseguire più funzioni con un singolo comando (tipo: ‘Attiva Modalità Notte‘ = spegni luci + chiudi cancello garage + imposta temperatura termostato a minimo).

Si tratta a nostro avviso di una piccola rivoluzione che aspettavamo da tempo e che forse un po’ anche auspicavamo. Come spesso abbiamo scritto in questo blog, la mancanza di un protocollo comune che permettesse alle singole applicazioni dei diversi marchi di interfacciarsi e di scambiarsi dati è stata la causa frenante di un mercato, quello della sicurezza e dell’automazione, che da questo punto di vista non è certo al passo con i tempi. L’avvento di un colosso era prevedibile, ed è anche l’unica situazione auspicabile per uscire da un impasse del genere. E forse solo un colosso quale Apple (o Google) avrebbe potuto finalmente rompere il ghiaccio.

Sono parecchi ormai i settori tecnologici che hanno imparato a loro spese la lezione che il mercato degli smartphone ha impartito a tutti: non ci sono più spazi per applicazioni (soprattutto hardware) dedicate ai singoli impianti tecnologici — l’interfaccia utente è una sola (il cellulare) e tutte le altre andranno gradualmente a scomparire – e chi resta fuori dall’ecosistema è destinato a perdere. La stessa lezione la sta imparando anche uno degli oggetti intoccabili della tecnologia degli ultimi 30 anni, il telecomando della televisione, destinato ad essere gradualmente detronizzato dal tablet o dallo smartphone che non solo prenderà il controllo del cambio canale e della regolazione del volume sulla SmartTV, ma che porterà l’interattività nella televisione, i contenuti ed anche le scelte di cosa guardare (o dei videogiochi a cui giocare).

L’esempio del termostato NEST (azienda tra l’altro acquistata da Google) è stato il primo passo; poi è arrivato il sensore di fumo e adesso l’unificazione dei protocolli sotto l’ombrello di casa Apple – un ombrello capiente visti i numeri di telefoni, tablet ed app snocciolati proprio da Tim Cook durante la presentazione.

La Rivoluzione è iniziata: adesso, come scriveva Tomasi di Lampedusa nel Gattopardo, “bisogna che tutto cambi se vogliamo che tutto rimanga come è…”

[OT] Bilancio di quattro anni di blog… al 31/12/2012.

01/01/2013 2 commenti

Guida alla Sicurezza :: Consigli per il vostro antifurtoCome di consueto, iniziamo il nuovo anno con un piccolo bilancio dell’andamento della ‘Guida ai Sistemi Antifurto’.
Iniziamo dai numeri: queste sono le statistiche ufficiali fornite da WordPress – la piattaforma su cui il blog è ospitato. Nel 2012 abbiamo avuto una media di 769 visite al giorno, per un totale complessivo – dalla nascita di questo blog, di 476,257 visite.
Questi sono stati gli accessi unici per gli ultimi 36 mesi:

GEN FEB MAR APR MAG GIU
2010 2,535 3,033 3,232 3,064 5,331 5,558
2011 10,323 10,203 11,737 9,073 8,626 7,344
2012 21,742 17,998 21,085 20,311 22,067 21,672
LUG AGO SET OTT NOV DIC TOTALE
2010 5,800 5,742 7,056 7,699 9,595 7,964 66,609
2011 7,779 8,054 9,320 9,810 15,903 16,247 124,419
2012 24,159 22,951 23,480 26,160 32,854 26,848 281,327

Dallo scorso anno è possibile seguire gli aggiornamenti della Guida anche su Twitter e Google+ in modo da permettere a tutti di leggerci sulla propria piattaforma social preferita.

Per gli amanti delle statistiche, dei 268 post che sono stati condivisi con un link dagli utenti sulle loro pagine social (esclusi quindi quelli che hanno cliccato un bottone di condivisione), il 32% è andato su una pagina Facebook, il 22% su Tumblr, il 14% su Twitter. Seguono Reddit, Google+ e via e-mail pari merito tutti al 5%, il resto sparso tra StumbleUpon, Digg, LinkedIn e Pinterest.
Ci tengo a ricordare che questo blog non accetta inserzioni pubblicitarie (perchè?) e quindi che il valore di queste cifre è puramente informativo.

Grazie ancora una volta i nostri lettori per aver attivamente contribuito con i loro 1,194 commenti e auguri a tutti di buon anno !

🙂 — Mauro

Associazione Installatori Professionali di Sicurezza

20/07/2012 5 commenti

Gentilissimo Signor Gabbiati,
mi chiamo Elena e mi occupo della segreteria della Associazione Installatori Professionali di Sicurezza AIPS.
Nello svolgimento del mio lavoro seguo i vari canali che si occupano di sicurezza, fra i quali il Suo blog, che trovo interessante ed utile, sia per il pubblico dei privati che per gli installatori.
A questo proposito, e con riferimento al quesito posto ieri dal lettore Gianluca , mi permetto di segnalare che, fra le associazioni di settore che si occupano di formazione, anche AIPS organizza periodicamente seminari e convegni per tecnici installatori. Nel sito www.aips.it se ne trova notizia.
In quanto Associazione senza finalità di lucro, ci appoggiamo di volta in volta ad aziende sponsor per coprire i costi di tali corsi, ma il nostro obiettivo è di offrire una formazione tecnica e normativa, e non commerciale.
Sperando di averLe fornito una indicazione utile, porgo i più cordiali saluti e auguri di buon lavoro.
Elena
Segreteria AIPS

Buongiorno Elena e grazie per la sua cortese segnalazione.

Ho provveduto ad inserire nei link istituzionali riportati nella colonna di destra l’indirizzo web del vostro sito, dove lettori ed operatori potranno trovare risorse e materiale utile.

Ci farà comunque molto piacere, visto che ci segue regolarmente, se in futuro vorrà segnalarci eventuali iniziative di formazione o di interesse per i nostri lettori.

A presto,

– m.

Effetti sulla salute all’esposizione alle microonde emesse dai rivelatori d’intrusione

30/04/2012 12 commenti
ICNIRP logo

ICNIRP logo (Photo credit: Wikipedia)

Abbiamo ricevuto in passato diverse domande da lettori che si chiedevano se l’esposizione alle microonde emesse dai sensori antifurto fosse dannosa per la salute.

Pensando di fare cosa gradita, vi propongo la lettura di una interessante pagina del sito di  uno dei principali costruttori di barriere a microonde che, a sostegno di quanto già sostenuto nelle pagine di questo blog, pubblica dei dati dell’ICNIRP (International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection), l’organizzazione non governativa riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e dall’Unione Europea (UE).

I dati si riferiscono a prodotti specifici in termini di densità di potenza, ma possono essere tranquillamente paragonati a quelli dei più comuni prodotti antintrusione certificati presenti sul mercato Italiano.

Effetti sulla salute all’esposizione alle microonde emesse dai rivelatori d’intrusione
Fonte: CIAS.

Collegare antifurto a Carabinieri e Polizia

31/01/2012 3 commenti

Come collegare antifurto a Polizia e Carabinieri

Riprendiamo questo argomento di interesse per i nostri lettori che ci hanno chiesto chiarimenti su come collegare il proprio antifurto alle Forze dell’Ordine.

Innanzitutto ricordiamo che il collegamento del combinatore, con la chiamata telefonica in caso di allarme, è gratuito ma è possibile collegarsi SOLO ai Carabinieri oppure SOLO alla Polizia (non a tutti e due).

Per richiedere il tele-allarme, potete utilizzare i moduli contenuti nei siti ufficiali di Carabinieri e Polizia di Stato.

Per il collegamento al 112 (Carabinieri) bisogna compilare questo modulo.
La notifica va presentata al locale Comando di Stazione, su apposito stampato, indirizzato al Comando di Compagnia/Provinciale competente per territorio, allegando alla stessa il certificato di omologazione (conformità alla R&TTE) ed indicando:

  • nominativo dell’interessato;
  • se l’allarme è installato in abitazione o in esercizio pubblico;
  • esatta ubicazione;
  • numero telefonico;
  • la descrizione del messaggio registrato;
  • nominativo ed indirizzo dell’eventuale possessore delle chiavi.

Per il collegamento alla Polizia bisogna compilare questo modulo e certificare che il combinatore è omologato (Punto A).
Il combinatore deve essere collegato come utenza (quindi come un normale telefono o modem, con il jack RJ o la tri-polare) e al modulo va allegata la dichiarazione di conformità alla R&TTE che troverete nel prodotto o che dovrete richiedere se non presente.
Nota bene: le richieste del punto B del modulo si riferiscono SOLO a collegamenti di apparecchiature non omologate, o con collegamento diretto all’impianto telefonico (quindi dentro la scatola, per capirci) o con più di due linee urbane (improbabile in un combinatore antifurto). Nel caso di collegamento diretto sulla linea è obbligatorio che il medesimo sia fatto da un installatore autorizzato (per Legge!) e quindi è normale ed evidente che la Polizia ne richieda l’attestazione.

Purtroppo spesso ci è capitato, e diversi lettori lo hanno confermato con le loro segnalazioni, di scoprire che questa nota non è chiara e quindi i funzionari di Polizia, nel dubbio, richiedono la certificazione di conformità (ex 46/90). Secondo noi il modulo parla chiaro, ma per esperienza, e per non scontrarvi in un’inutile questione di principio, vi consigliamo di verificare preventivamente con la Questura competente di zona.

Detrazione fiscale IRPEF prorogata

16/01/2012 8 commenti

Ringraziamo Franco, il gentile lettore che ci ha segnalato che il Decreto Monti ha prorogato a far data  dal gennaio 2012, la detrazione fiscale del 36% delle spese documentate e per un importo non superiore a 48mila euro per lavori (punto 6) riguardanti l’adozione di misure indirizzate a impedire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi. Inoltre, il decreto stesso ha previsto che dal 2013 la detrazione del 36% è destinata a divenire strutturale, ossia di divenire indeterminata nel tempo.
Maggiori dettagli in questo articolo su tutorcasa.it.

[OT] Bilancio di tre anni di blog… al 31/12/2011.

01/01/2012 5 commenti

Guida alla Sicurezza :: Consigli per il vostro antifurtoCome di consueto, iniziamo il nuovo anno con un piccolo bilancio dell’andamento della ‘Guida ai Sistemi Antifurto’.
Iniziamo dai numeri: queste sono le statistiche ufficiali fornite da WordPress – la piattaforma su cui il blog è ospitato. Nel 2011 abbiamo avuto una media di 340 visite al giorno, per un totale complessivo – dalla nascita di questo blog, di 194.915 visite.
Questi sono stati gli accessi univoci per gli ultimi 24 mesi:

GEN FEB MAR APR MAG GIU
2010 2,535 3,033 3,232 3,064 5,331 5,558
2011 10,323 10,203 11,737 9,073 8,626 7,344
LUG AGO SET OTT NOV DIC TOTALE
2010 5,800 5,742 7,056 7,699 9,595 7,964 66,609
2011 7,779 8,054 9,320 9,810 15,903 16,247 124,419

Per cercare di dare un servizio migliore e più completo abbiamo integrato la Guida anche sulle piattaforme Twitter e Google+ in modo da permettere ai nostri lettori di seguirci sulla loro piattaforma social preferita.

Non posso che ringraziare ancora una volta i nostri lettori per aver attivamente contribuito a questo progetto e speriamo di poter continuare su questa strada anche in questo neonato 2012.
Buon anno !

🙂 — Mauro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: