Home > Pillole di Sicurezza (domande&risposte) > Protezione di finestra con tettoia

Protezione di finestra con tettoia

Vorrei proteggere cinque finestre poste sopra una tettoia facilmente raggiungibile per mezzo del parapetto di una scala esistente a lato della casa.

Inizialmente pensavo a delle barriere infrarosso attive poste alle estremità della casa, le ho poi escluse per ragioni estetiche, quindi la mia idea era quella di utilizzare un sensore con doppia tecnologia da esterno (pensavo al Watch out di Risco Group o similare), ma ho dei dubbi sul posizionamento che mi verrebbe possibile in due soluzioni:

– posizionandolo sotto ad una seconda tettoia a fianco della casa, sarebbe coperto dagli agenti atmosferici e da eventuali tentativi di mascheramento, inoltre in quel punto avrei già una tubazione per portare il cavo. Verrebbe però installato ad una altezza di 1.10mt contro i 2.20mt generalmente consigliati. Leggendo le caratteristiche del sensore Watch out e similari, indicano l’installazione anche ad un minimo di 1mt.
Secondo Lei mantengono ugualmente una buona rilevazione ed una discriminazione all’eventuale passaggio di un gatto che spesso gironzola sulla tettoia?

-in alternativa potrei posizionarlo sotto alla gronda che però si trova a 2.70mt ed eventualmente inclinarlo leggermente verso il basso; in questo caso le finestre sottostanti (che peraltro sono quelle che terrei aperte durante la notte nel periodo estivo) sarebbero adeguatamente protette anche se così vicine e sotto al sensore?  

Per ultima cosa le chiedo; considerando che la tettoia ha una profondità di 1.5mt ed un eventuale intruso la percorrerebbe avvicinandosi frontalmente al sensore, il campo d’azione del sensore sarebbe troppo ristretto per una corretta rilevazione?

Ad ogni modo sono interessato a qualsiasi altro Suo consiglio, anche utilizzando dispositivi diversi.

La ringrazio ancora per l’attenzione e la cortesia.

Cordiali saluti.
Riccardo

Buongiorno Riccardo

La prima considerazione è che, sia per la disposizione sia per la configurazione degli accessi, sembrerebbe una situazione ideale per una protezione con una barriera: la tettoia è lunga e stretta, le finestre sono allineate sulla stessa parete e la copertura deve essere radente ‘a tenda’ per via della presenza di animali. Non so quali siano le ragioni estetiche che l’hanno portata verso un sensore doppia tecnologia piuttosto che una barriera; a parte l’ovvia considerazione che ci sono due elementi invece di uno, l’ingombro non è molto diverso (anzi, in alcuni casi forse è addirittura minore) e utilizzando delle lenti che proteggono a fasci potrebbe installare gli elementi con delle staffe ad angolo alle due estremità, sfruttando di sicuro la canalizzazione sotto la tettoia almeno per un elemento.
Non credo che si debba scartare a priori, forse potrebbe riconsiderarla valutando altri tipi di barriere.

Detto questo, alla luce del fatto che la tettoia è lunga e stretta, avrei dei seri dubbi che un sensore montato a 1.10m da terra possa coprire adeguatamente l’area. Andrebbe orientato in modo che, almeno teoricamente, credo sia impossibile evitare l’eventuale allarme nel caso di visita felina. Certo, bisognerebbe provare (o valutare un tipo di lente adeguato) ma da un punto di vista teorico non mi sembra molto proponibile.

La soluzione dell’installazione in alto leggermente inclinata è migliore (rispetto all’altra), ma anche qui avrei qualche dubbio da far verificare sul campo. L’angolo di copertura non credo che le consenta di proteggere bene sia la prima che l’ultima finestra – da qualche parte genera per forza un angolo cieco, ma soprattutto puntando verso il basso la rilevazione del nostro turista felino è garantita, quindi la scelta di un sensore PET è obbligatoria.

A dirla tutta, Riccardo, io opterei per una protezione singola delle finestre con sensori a tenda dall’alto o con barrierine a stilo – soluzione esteticamente più gradevole anche se più complessa dal punto di vista installativo. Se tiene le finestre aperte la notte d’estate credo sia l’unica cosa su cui scommetterei per dormire sonni tranquilli.

 

  1. Riccardo Zaffani
    14/09/2012 alle 10:48 pm

    Buonasera, La ringrazio per la risposta.

    In effetti i sensori a tenda sarebbero l’ideale, ma purtroppo non ho le canalizzazioni sulle singole finestre.
    Le barriere attive, per altro già acquistate, le ho escluse in quanto ho le finestre con gli scuri e d’estate li lascio “incrociati” (socchiusi con il gancetto) per cui sporgono circa 30 cm dal muro. Per questo avrei dovuto installare le barriere con delle staffe per farle sporgere di almeno 35cm dal muro per tenermi al di fuori degli scuri.
    Sarebbero molto efficaci visto che l’eventuale malintenzionato per entrare dovrebbe aprire gli scuri interrompendo inevitabilmente il fascio delle barriere, ma appunto per ragioni estetiche cercavo una soluzione alternativa.

    Rinnovo i ringraziamenti.

    Cordiali saluti

    • 15/09/2012 alle 6:25 pm

      Riccardo
      anche se non ha la canalizzazione singola, può utilizzare un sistema ‘misto’ via cavo + via radio.
      Con un’espansione radio wireless, alimentata e collegata alla centrale tramite la canalizzazione presente, può installare i sensori a tenda sulle singole finestre: la centrale non saprà quale finestra è andata in allarme (le indicherà solo l’allarme sulla linea perimetrale finestre), ma l’espansione radio le darà l’informazione puntuale su quale sensore è allarmato.
      Forse questo potrebbe essere un buon compromesso per risolvere il suo problema.
      Ovviamente lo stesso ragionamento vale per tutti i tipi di sensore via radio (a tenda, contatti o barriere a stilo) che deciderà di utilizzare.

  1. 08/09/2012 alle 1:05 am
  2. 08/09/2012 alle 2:31 am

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: