Home > Pillole di Sicurezza (domande&risposte) > Sensori tripla tecnologia all’esterno poco sensibili

Sensori tripla tecnologia all’esterno poco sensibili

Salve, ho da poco installato un sistema d’allarme con pir doppia tecnologia all’interno e sensori tripla tecnologia all’esterno sui balconi. Ho un problema con i sensori ext.
Ho notato che posizionandomi all’estremità del balcone e avvicinandomi a piccoli passi verso la finestra i sensori ext a tripla tecnologia  rilevano solo il movimento e non il calore e quindi non vanno in allarme essendo tarati in modalità and.
Camminando normalmente i sensori invece vanno in allarme.
Mi chiedo: io che non sono un ladro con una semplice prova sono riuscito ad eluderli cosa può impedire ad un professionista di eluderli?
Com’è possibile che anche se sto fermo davanti al sensore non rilevi il calore?
I sensori sono installati in vicinanza delle finestre.
Che consigli può darmi?
Mi converrebbe sostituirli con dei sensori a tenda per le finestre? Anche con questi non è  che con un attraversamento molto lento o molto veloce si possono eludere?
Grazie.

Buongiorno
Si potrebbero fare innumerevoli considerazioni su questo argomento, ma credo che – per essere concreti e cercare di dare una risposta al suo problema – la più importante è che forse dovrebbe far controllare la taratura dei suoi sensori.
Il fatto che l’infrarosso non rilevi adeguatamente il movimento deriva probabilmente da una  tendenza precauzionale a ridurre leggermente la sensibilità dei sensori all’esterno per evitare i falsi allarmi: chiaramente, però, se questa riduzione va a scapito della sicurezza è necessario riconsiderarla ed eliminare il problema.
Precisiamo anche che è abbastanza normale che il sensore non vada in allarme se lei è fermo: qualunque sensore di movimento si ‘stabilizza’ in quella situazione e non genera allarme – in effetti si chiamano ‘di movimento’ non per nulla… – ma questo non ne diminuisce la capacità di proteggere un volume in alcun modo.
Inoltre: come ha effettuato la prova? Forse guardando i led colorati a bordo sensore? Se così, sarebbe opportuno spegnerli perché forniscono solo un’informazione utile ai ladri (i led servono durante l’installazione proprio per verificare la corretta taratura, ma poi andrebbero disabilitati – soprattutto se i sensori sono installati all’esterno).
A questo potremmo aggiungere che i volumi di protezione dei sensori da esterno che utilizzano doppie o triple tecnologie sono in genere diversi e che è importante che proteggano bene il varco, quindi può essere che rilevino in spazi diversi; si pensi ad esempio ad una microonda abbinata ad un infrarosso con lente a tenda: la microonda ha un angolo più grande e quindi rileva prima, mentre l’infrarosso interviene (convalidando l’allarme in AND) solo quando si è molto vicini al perimetro.
Quindi, in buona sostanza, faccia controllare bene la taratura e l’installazione del sensore e vedrà che non ci saranno più problemi.
Grazie.

  1. francesco degni
    19/01/2013 alle 6:20 pm

    salve per quanto riguarda i sensori per esterno non sono da considerare come allarme ma come pre-allarme, perche possono generare qualche falso allarme, i sensori per esterno che esistono attualmente in commercio funzionano in condizione di and l’allarme viene generato quando tutte e due le tecnologie danno un allarme, i sensori di cui si parla molto probab. vengono detti tripla tecnologia ma in realta ne usano sempre due, INFR.+MICROONDA solo che per la microonda usa 2 tx-rx che trasmettono e ricevono con frequenze diverse, la microonda legge molto più facilmente l’avvicinamento, mentre tutti gli infrarossi leggono l’attraversamento. per evitare falsi allarmi in oltre si gestisce la parte infrarossa con la sollecitazzione di due o più tende per la microonda è stato pensato di gestirle come ripeto con frequenze diverse. in realtà ci sono in commercio soluzioni con prestazioni superiori a i tripla o doppia tec. si tratta di barriere a microonde o rilevatori ad effetto doppler con loggia fazzy, ma vi raccomando di chiedere l’installazione ad un professionista della sicurezza, le microonde non risento di sbalzi termuci non possono essere mascherate come l’infrarosso in altre parole bisogna valutare a che tipo di rischio siamo esposti e investire sul prodotto giusto. per rispondere poi a chi dice che il ladro dovra lavorare davanti al suo raggio d’azione per aprire porte o finestre, fidatevi che a queste temperature con indumenti bagnati i sensori unfrarossi per esterno difficilmente ci vedreanno, poi per istinto il ladro tende ad inchinarsi per non essere notato facilmente e nella parte bassa i sensori per esterno non rilevano per evitare di rilevare animali cani gati ecc.

Comment pages

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: