Home > Guida alla Sicurezza > Il perimetro prima di tutto

Il perimetro prima di tutto

I sistemi perimetrali sono tra le tecnologie più richieste in materia di sicurezza poiché rappresentano una risposta specifica al bisogno di protezione e, in particolare, di protezione esterna di un’area. Riuscire a dare l’allarme e a intervenire prima che l’intruso raggiunga la propria casa, industria o proprietà, significa infatti avere la possibilità di limitare danni a cose e persone in modo significativo.

Leggi tutto l’articolo: Il perimetro prima di tutto.

  1. 12/01/2011 alle 4:17 pm

    Finalmente un blog “serio” che aiuta le persone ad individuare e capire l’antifurto più consono ai propri gusti. Personalmente sto pensando di metter su un “perimetrale”, non so ancora se wireless o a filo, perchè mi sembra il migliore. Pensavo a sensori a doppia tecnologia, direi 3 coppie, più ovviamente centralina programmabile e sirena esterna. Quanto potrebbe costare secondo voi? un paio di domande da ignorante del settore: se l’allarme funziona solo la sera/notte, durante il giorno il ladro può manomettere i sensori esterni? se i ladri staccano il contatore enel cosa succede?

    • 12/01/2011 alle 11:57 pm

      Buongiorno Fabio
      iniziamo con le risposte sul funzionamento di un sistema di allarme: quando un sistema non è inserito – quindi se è attivo solo la notte, ad esempio, la centrale controlla comunque che tutte le periferiche (sensori, sirene, etc.) siano protette da tentativi di manomissione quali l’apertura dell’involucro o il taglio cavi. Questa funzione chiamata anti-manomissione o anti-tampering in inglese, viene comunemente anche identificata come 24 ore (24h) proprio perché è sempre attiva anche quando l’impianto è disinserito. Bisogna però sottolineare che in genere l’impianto è disattivo quando si è in presenza dei legittimi occupanti della casa — ed è perciò difficile che qualcuno riesca a manomettere un sensore ad impianto anche disattivato. Nel caso di sensori da esterno questa premessa potrebbe non essere vera e quindi sarebbe opportuno (qualora l’area fosse totalmente incustodita) lasciarli attivi.
      Nel caso invece di assenza di alimentazione primaria (scollegamento del contatore che, purtroppo!, ora viene installato all’esterno delle case senza alcuna protezione), la centrale commuta automaticamente sull’alimentazione secondaria (batteria) e continua a funzionare normalmente. L’assenza dell’alimentazione di rete causa solo una segnalazione tecnica (un led acceso o un messaggio sulla tastiera), che può anche essere trasmessa remotamente a mezzo combinatore telefonico o comunicatore digitale, in modo che si possa provvedere al ripristino. Nel caso in cui non ci sia tensione di rete al momento dell’inserimento dell’allarme, l’impianto non si dovrebbe attivare in quanto inibito dalla centrale, che segnalerà opportunamente il problema.
      Veniamo al preventivo: se parliamo di 3 sensori doppia tecnologia da esterno + una centrale + una sirena da esterno + batterie, cavi, etc, tutto filare, l’ordine di grandezza del costo del materiale si dovrebbe aggirare tra i 750 ed i 1000 euro. Per l’installazione dipende dal tempo, ma questa è una valutazione che può farle l’installatore solo in fase di preventivazione e sopralluogo.
      Ovviamente la scelta del wireless senza fili fa crescere i costi del materiale e di consumo, ma riduce quella di installazione — credo comunque che in una configurazione di questo tipo sia sempre preferibile a livello economico il sistema filare.
      Grazie.

  1. 10/11/2011 alle 11:15 pm

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: