Home > Pillole di Sicurezza (domande&risposte) > L’accecamento dei sistemi allarme casa senza filo

L’accecamento dei sistemi allarme casa senza filo

Guida ai Sistemi AntifurtoRiceviamo da un lettore questa domanda:

Purtroppo ho avuto esperienza di una persona che è stata derubata da dei ladri che apparentemente hanno utilizzato questa tecnica. ho trovato un articolo su internet a riguardo: http://www.voltimum.it/news/880/cm/i-segreti-del-wireless.html
Avrei due domande:
(1) cosa ne pensi di questa tecnologia? l’articolo sembra abbastanza drastico e condanna la poca sicurezza dei sistemi wireless.
(2) so che esistono sistemi di anti-accecamento radio (li cita anche nell’articolo) diversi dal sistema a doppia frequenza. come faccio a capire quali sistemi adottano questa funzionalità?

L’articolo da Lei segnalato è senza dubbio accurato e preciso, anche se in alcune conclusioni mi sembra un po’ drastico (e forse anche un po’ di parte…)
Certo, come già detto nel post originale, l’accecamento dei sistemi senza filo non è una leggenda metropolitana. Ma, ribadisco, da qui a dire che tutti i sistemi wireless possano essere accecati con un radiocomando da cancello mi sembra molto estremizzante. Su una cosa non sono assolutamente d’accordo: non si può fare di tutta l’erba un fascio. L’articolo tratta i sistemi che utilizzano la frequenza 433MHz come tutti uguali, generalizzando rischi che invece possono essere propri solo di sistemi di bassa qualità — e un prodotto è di bassa qualità se è fatto male, non se utilizza la 433MHz. Non credo assolutamente che l’equazione 433MHz = poca sicurezza sia vera e questo mi spinge a credere che sia fazioso concludere (vista anche la firma dell’articolo…) che solo i sistemi “X” siano sicuri. Lasciando da parte ogni polemica, credo che ci siano fior fiore di esperti tecnici in radiofrequenza pronti a demolire questa tesi che i sistemi X sono sicuri e gli Y no.
Per quanto riguarda invece la seconda domanda, bisogna chiarire che la doppia frequenza è un modo per evitare il jamming, con le riserve che abbiamo già espresso, ma serve anche per le cosiddette interferenze ambientali o disturbi casuali. L’anti-accecamento è un dispositivo che segnala la saturazione della banda, probabile causa di jamming, da parte del ricevitore radio. Per sapere se un sistema lo adotta basta leggere le caratteristiche tecniche della centrale.

  1. Marco prosperi
    21/10/2016 alle 5:08 pm

    mi dice cortesemente qualcosa di più su questo antijammer da 50euro??
    grazie sono un pò scettico!

Comment pages

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: