Home > Pillole di Sicurezza (domande&risposte) > Quali certificazioni mi deve rilasciare l’installatore ?

Quali certificazioni mi deve rilasciare l’installatore ?

Se l’installatore ha operato sull’impianto elettrico, per esempio per collegare l’alimentazione elettrica primaria dell’impianto di allarme, dovete richiedere la conformità ai sensi della 37/08 (più nota come 46/90 – è la stessa certificazione, ha solo cambiato nome perché la legge è stata aggiornata).

Per quanto riguarda i componenti del sistema d’allarme dovete verificare che i prodotti abbiano la marcatura CE (obbligatoria per Legge) e che siano quindi in sicurezza per la parte elettrica. Inoltre, sui prodotti via radio e sui combinatori telefonici la marcatura CE attesta anche la conformità alla Direttiva Europea R&TTE che regolamenta le frequenze radio e le potenze di trasmissione da utilizzare ed i parametri necessari per collegarsi alla rete telefonica pubblica (PSTN) o cellulare (GSM).
Per quanto riguarda le prestazioni dei prodotti, la certificazione è volontaria e si riferisce alla norma CEI 79-x (79-2 per prodotti filari, 79-3 per gli impianti, 79-16 per i sistemi senza filo) oppure alla nuova norma europea EN50131. Il marchio IMQ attesta la conformità alla norma CEI 79-x.
Non sottovalutate il discorso delle certificazioni se pensate di fare (subito o in futuro) un’assicurazione contro il furto perchè saranno sicuramente i primi (e forse unici) documenti che Vi chiederanno.

  1. 23/03/2013 alle 6:12 pm

    Buongiorno Mauro, sono un’installatore, ultimamente ho notato che la burrocrazia nei nostri confronti non è variata, sempre le solite cose che portano via tempo e soldi, però bisogna rispettarle perchè altrimenti nel caso serva ulteriore documentazione, ad esempio se l’appartamento dove vengono fatti i lavori sul sistema d’allarme che fa parte del sistema elettrico e non viene certificato, ci saranno dei problemi se l’inquilino ha bisogno del permesso di soggiorno oppure deve prolungare quello già ottenuto.

    • 24/03/2013 alle 11:51 am

      Grazie Alessio per la sua segnalazione.
      In effetti, purtroppo, l’eccesso di burocrazia e la mancanza di trasparenza fanno percepire sempre di più alcune cose importanti – quali la sicurezza, come semplici balzelli da pagare…

  2. Andrea
    18/04/2016 alle 11:51 am

    Salve a tutti,
    Avrei una domanda specifica riguardo all’installazione di contatti magnetici su un portone blindato.

    Ho da poco acquistato casa, e al costruttore ho chiesto la predisposizione per l’impianto di allarme più l’installazione dei contatti magnetici su tutti i serramenti e il portone blindato. Per una questione credo di comodità ( per l’installatore ) il sensore sul portone e’ stato installato qualche cm sotto il cardine. risultato perché venga rivelata un apertura la porta deve essere aperta di circa 30-40°. Purtroppo in fase di trattativa non sono stati specificati in alcun modo DOVE andassero montati i sensori e quindi (secondo l’installatore )non posso obbiettare niente.

    Vorrei sapere se qualche normativa specifichi dove e come i sensori debbano essere installati e se quindi ho qualche possibilità di contestare il lavoro fatto.

    Grazie a tutti.

Comment pages
1 3 4 5
  1. No trackbacks yet.

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: