Home > Guida alla Sicurezza > Le periferiche di ingresso :: Sensori perimetrali

Le periferiche di ingresso :: Sensori perimetrali

Barriere infrarosso attivo

Esempio di protezione con barrierine a stilo da esterno

Le barriere ad infrarosso attivo sono utilizzate per le protezioni perimetrali di breve e media portata (soprattutto, finestre e porte balcone).  Sono composte di due elementi che generano un fascio incrociato di luce non visibile (infrarosso, appunto) che fa scattare un allarme se interrotto. Questo tipo di barriere sono particolarmente indicate per situazioni dove l’accesso dall’esterno è facile – pensiamo ad esempio ad una villetta con un giardino e diverse porte e finestre – o quando si abbia la necessità di tenere una porta aperta – magari d’estate per favorire l’ingresso di aria fresca. Sono disponibili in versione sia filare che via radio.

Barriere a microonda

Le barriere a microonda sono generalmente usate per protezioni perimetrali di lunga portata, ma si possono trovare anche in applicazioni quali il perimetro di una villetta o il cortile di un piccolo stabile. Il loro funzionamento è simile a quelle ad infrarosso – l’interruzione di un segnale controllato dai due elementi genera un allarme – solo che si utilizza una tecnologia diversa (la frequenza di lavoro è quella della microonda, simile al radar).

Sensori di vibrazione

I sensori di vibrazione vengono tipicamente installati sulle porte ed hanno lo scopo di segnalare un allarme in caso di tentativo di sfondamento. Il sensore rileva le (forti) vibrazioni tipiche di un tentativo di scasso e genera un allarme. Un sensore di questo tipo risulta particolarmente utile in fase di prevenzione in quanto fa scattare l’allarme prima che la  porta venga definitamente scardinata ed aperta, mentre il contatto magnetico semplice entra in funzione solo a scasso avvenuto.

Sensori per esterno

Di particolare interesse da qualche anno sul mercato sono tutta una serie di sensori per esterno, con tecnologie diverse, ideati per proteggere finestre e balconi. Sono disponibili in versione sia filare che via radio e possono essere installati sull’infisso della finestra con una speciale lente a tenda che rileva l’attraversamento o all’esterno grazie a particolari involucri che li proteggono dagli agenti atmosferici per una protezione volumetrica. Ideali per impianti con parzializzazione perimetrale (i sensori sono attivi anche quando siete in casa e Vi avvisano di eventuali intrusioni).

  1. franco
    21/08/2012 alle 8:43 am

    buongiorno Sig. Mauro,
    una domanda che mi affligge sui sensori a esterno è il problema egli animali domestici.
    Ho una villa su due livelli con ingresso più 3 porte finestre con inferiate che danno su un ampio giardino con 2 cani di grossa taglia. volendo installare un impianto d’allarme quali sensori potrei installare su tali porte finestre per evitare i falsi allarmi.
    Ma, e questa domanda è ancora più difficile, trattadosi di una villetta isolata, quale “furberia” potrei mettere in atto per evitare che i malviventi mi aspettino fuori la porta e mi costringano a disattivare l’impianto una volta entrati?
    Esiste un impianto, ad esempio, che dia un OK “fasullo” ma che genera allarme in tali casi???

  2. sonja
    05/12/2012 alle 8:49 pm

    Buongiorno. Le barriere ad infrarossi attivi via filo possono essere messe fuori uso con un jammer? Inoltre, le grate apribili per essere resistenti devono aver euna chiusura particolare?Grazie

    • 10/12/2012 alle 11:46 pm

      Buongiorno Sonja
      ricevo spesso domande sulla possibilità di eludere i sensori: in teoria qualunque sensore (e intendo QUALUNQUE, cioè tutti) i sensori possono essere elusi – ma in pratica non e’ cosi facile come sembra.
      Bisogna conoscere molto bene il sensore, sapere esattamente come funziona, avere attrezzature speciali e costose e anche un pizzico di fortuna.
      Nel caso specifico delle barriere infrarosso attivo, se con jammer intende un trasmettitore radio su frequenze normali, non e’ possibile. L’infrarosso lavora in uno spettro diverso – servirebbe un jammer infrarosso. Ma anche con quello, il lavoro teorico e pratico che servirebbe e’ alla portata degli esperti, certo non del ladro comune. E se la qualità della barriera e’ buona, direi che e’ molto difficile: in genere sono prodotti cosi sensibili che si ha il problema opposto, vale a dire falsi allarmi anche in caso di interferenze involontarie (tipo quelle del sole).
      La stessa considerazione vale per le grate: qualunque chiusura si può aprire, qualunque serratura i può’ forzare: e’ solo questione di in quanto tempo e con quali strumenti…

Comment pages

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: