Home > Guida alla Sicurezza > Come scegliere un Sistema Antifurto

Come scegliere un Sistema Antifurto

Questa breve Guida è stata realizzata per dare qualche consiglio pratico, utile e di facile interpretazione a chi vuole acquistare un sistema antifurto per la propria casa e non sa come orientarsi. Non è un documento per tecnici del settore e non trattiamo in questa sede specificatamente di prodotti e delle loro caratteristiche tecniche, ma dei princìpi che Vi possono aiutare nella scelta migliore per il Vostro impianto. Ho scelto di pubblicarla sotto forma di blog per permettere a tutti – oltre che di leggerla – anche di integrarla e migliorarla con domande, commenti e contributi (i progetti Open Source insegnano…)

Innanzitutto facciamo una premessa: l’antifurto ‘migliore’ per Voi è quello che protegge al meglio i Vostri beni in base alle necessità di sicurezza che avete ed al minor costo. Un po’ come una racchetta da tennis, non è quella usata dal campione (o quella più costosa) che Vi permette di giocare bene, ma quella che meglio si adatta a Voi. Scegliere il Vostro impianto secondo questo principio Vi farà ottenere il risultato migliore al minor costo possibile. Se farete fare un impianto nella Vostra casa come quello di una banca, Vi sarete creati delle (inutili) complicazioni tecniche di uso e manutenzione, avrete speso molto di più del necessario e probabilmente non sarete più protetti di quanto avreste potuto esserlo con un impianto normale. Allo stesso tempo, se risparmiate sulla qualità dei prodotti o sulla professionalità dell’installazione ed installate un sistema che non funziona o che non Vi protegge adeguatamente, avrete buttato via i Vostri soldi.
Detto ciò, andiamo a vedere come si sceglie un sistema antifurto. Per comodità, abbiamo ipotizzato di voler realizzare un impianto in un appartamento – ma, in principio, la stessa logica si può applicare ad una villetta od un piccolo ufficio.

Primo passo: chi installerà l’impianto?

  1. mariano
    06/08/2015 alle 7:51 am

    Buongiorno Sig. Mauro, volevo un suo parere sulla supervisione degli antifurti e cioè ogni quanto la centrale deve comunicare con i vari sensori e viceversa per avere sotto controllo tutto l’impianto ?
    Ho letto che aziende come la Tecnoalarm effettuano più controlli al secondo, altre aziende un controllo ogni due ore, quali sono gli standard di sicurezza per garantire la qualità dei vari prodotti ?
    Griazie cordialmente
    Mariano

  1. No trackbacks yet.

Inserisci un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: